Come posso usare la genealogia del DNA?

La genealogia del DNA vi permette di procedere con la ricerca del vostro albero genealogico usando i mezzi più moderni. Vi permette di realizzare una ricerca rapida e precisa della vostra famiglia sia come primo approccio alla ricerca degli antenati sia come completamento alla genealogia tradizionale. Mentre nella ricerca degli antenati tradizionale si procede all’analisi di certificati di nascita, matrimonio e morte, alla genealogia del DNA basta un campione di saliva.

Cos’è il DNA?

DNA sta per Deoxyribonucleic acid / acido desossiribonucleico. I cromosomi sono costituiti da DNA, il quale racchiude le informazioni genetiche responsabili di tutte le funzioni e sostanze del nostro corpo. Il DNA ha l’aspetto di una scala a chiocciola: ciascuno scalino è costituito da due basi. Esistono quattro diverse basi: guanina, timina, citosina e adenina. Il DNA è per il 99,9% identico in tutti gli esseri umani. Il rimanente 0,1% stanno alla base delle differenze individuali (ad esempio colore degli occhi, il rischio di determinate malattie oppure anomalie con nessuna funzione conosciuta).

L’intero DNA di un essere umano è denominato genoma. Il genoma è ereditato dai nostri antenati e è mescolato di generazione in generazione tramite il patrimonio ereditario dei genitori.

Solo in due casi il DNA non è mescolato:

1. nel Cromosoma Y, tramandato di padre in figlio e

2. nel DNA dei mitocondri, che tutti ereditano dalla madre.

Il cromosoma Y e il DNA mitocondriale sono ereditati di generazione in generazione pressoché invariati. Nondimeno sussistono sempre dei cambiamenti casuali, denominati mutazioni. Tutti i discendenti di una linea ereditano tali mutazioni. In caso, tramite un confronto tra due profili del DNA, dovessero essere scoperte le stesse mutazioni, è possibile riconoscere che tali persone hanno condiviso un antenato comune. Le mutazioni formano dunque la base per la creazione di un albero genealogico genetico.

In che modo il DNA può svelare le mie origini?

Il confronto dei profili di DNA di soggetti appartenenti a diversi gruppi di popolazioni ci permette di capire quando e dove tali gruppi si sono spostati per il mondo durante le ondate di migrazioni. Le mutazioni non solo contraddistinguono le singole famiglie, bensì, con il passare del tempo, anche interi gruppi di popolazioni. Se si provvede all’analisi della frequenza o dell’insorgenza di determinate mutazioni, è possibile suddividere il complesso albero genealogico dell’umanità in singoli rami.

Se un gruppo di popolazioni migra o vive a lungo geograficamente isolato, ovvero non sussiste alcuno scambio genetico, si sviluppano determinati modelli di mutazione. Tali modelli appaiono di conseguenza unicamente in determinate regioni e gruppi di popolazioni.

Sulla base dei costanti movimenti migratori dei nostri antenati, è stato possibile inoltre stabilire parentele genetiche tra i diversi popoli del mondo. I ricercatori hanno così scoperto chiare corrispondenze tra i gruppi di popoli in India, Oceania, Australia o tra i siberiani e gli abitanti originari del continente americano.

Cosa viene analizzato in un test di genealogia del DNA

Ci possiamo immaginare il DNA mitocondriale o il cromosoma Y come lo stemma genetico di famiglia di una linea. Ogni membro della linea paterna porta lo stesso cromosoma Y, proprio come fosse l’anello di famiglia. Con il passare del tempo questo anello viene tramandato e l’incisione diviene sempre meno visibile, cosicché lo stemma di famiglia diventa quasi irriconoscibile. Il DNA porta nuove mutazioni, cosicché il profilo del DNA somiglia molto a quello dei lontani parenti, proprio come il profilo del DNA di due soggetti di sesso maschile con un antenato comune che ha vissuto 600 anni fa.

Il cromosoma Y

I cromosomi sono costituiti da DNA e proteine. Ogni cellula del corpo presenta nel suo nucleo 23 coppie cromosomiche (eccezione fatta per le cellule uovo e per lo sperma che presentano 23 cromosomi singoli). Una delle coppie è la coppia cromosomica del sesso. Le donne possiedono due cromosomi X, gli uomini uno solo. Il cromosoma Y viene tramandato inalterato di padre in figlio maschio. Ogni uomo riceve dunque lo stemma genetico di famiglia di linea paterna dal padre. Con un test del DNA vengono analizzate determinate sequenze di DNA (marker). Questi marker prendono il nome di DYS ed hanno diversi caratteri (alleli). Gli alleli vengono classificati con dei numeri, che corrispondono al numero dei frammenti ripetuti della sequenza del marker.

Tutti gli uomini appartenenti alla stessa linea paterna portano lo stesso cromosoma Y, similare a un anello di famiglia. Con il tempo ha sbiadito l'incisione. Sul cromosoma Y accadono delle mutazioni; il profilo del DNA di due uomini di parentela vicina hanno un profilo del DNA più similare che due uomini con un antenato che ha vissuto 600 anni fa. Più grande e il numero di marcatore concordante, più vicino e la parentela di due uomini. Poiché indice di una parentela è solamente un numero elevato di marker comuni, un test in cui vengono analizzati diversi marker è necessario al fine di distinguere i parenti per linee genetiche similari.

Il DNA mitocondriale

Il DNA mitocondriale (mtDNA) si trova anche in ogni cellula, ma al di fuori del nucleo, nei cosiddetti mitocondri. L' mtDNA è una molecola di DNA a doppia elica e a forma di anello ed è costituito da 16.569 coppie basiche con 37 geni. Poiché l’ mtDNA presenta un alto tasso di mutazione rispetto al DNA del nucleo e può essere tramandato solamente dalla madre, è uno strumento essenziale per la ricerca delle origini dell'uomo. Soprattutto in due regioni del DNA, le regioni ipervariabili HVR1 e HVR2, l’ mtDNA contiene moltissimi modelli. Ciò ci permette di differenziare le singole linee. L’mtDNA viene tramandato intatto di madre in figlio. Tutti gli esseri umani- uomini e donne- ereditano il loro mtDNA esclusivamente dalla loro madre. L’ mtDNA rappresenta dunque il nostro stemma di famiglia di linea materna.
Tramite un test dell’mtDNA è possibile analizzarne determinate regioni. Si distingue tra regioni HVR1, HVR2 (regioni ipervariabili ) e CR (coding region). Questi risultati vengono comparati con la Cambridge Reference Sequence (CRS). La CRS, una sequenza standard dell’ mtDNA, è il termine di paragone usato per la rappresentazione dei risultati dell’mtDNA. Questo ci permette di rappresentare visibilmente i profili del DNA con diverse centinaia di singole basi. Nel risultato vengono dunque rappresentate solo le differenziazioni alla sequenza standard. Le varie differenziazioni permettono di confermare la vicinanza della parentela di due persone. Le differenziazioni rispetto alla CRS vengono denominate secondo il luogo e la base variata: ad esempio 16126C significa che nel posto 16126 si trova una C, al posto della T, come da CRS. Come nei cromosomi Y, anche nell’mtDNA avvengono delle mutazioni, cosicché due persone che presentano un grado di parentela vicino mostrano un profilo simile a chi presenta un grado di parentela lontano. Più regioni di mtDNA corrispondono tra due persone, più vicino è il grado di parentela.

Cosa scopro con un test di genealogia del DNA?

Un test genealogico vi dirà da quale aplogruppo provenite (tribù dalla preistoria), da quale popolo originario antico (celti, vichinghi, ebrei, ecc …) provenivano i vostri antenati e di quale regione è tipico il vostro profilo del DNA. Con la genealogia del DNA scoprirete inoltre i vostri “cugini genetici”, ovvero le persone che condividono con voi un antenato comune. Scambiandovi informazioni con i vostri “cugini genetici”, quali disegni di alberi genealogici, amplierete la vostra conoscenza sulla storia della vostra famiglia.

Su quali dati si poggiano i vostri risultati?

La determinazione delle vostre origini genetiche (aplogruppo e popolo originario) si basa sull’analisi scientifica nei settori della genetica e dell’antropologia. Determinate mutazioni del DNA (marcatori) contraddistinguono le varie popolazioni. Il vostro profilo del DNA ci permette di riconoscere il popolo originario a cui appartenete. Tutte le nozioni scientifiche in questi campi vanno a completare i dati ad ora disponibili rendendoci possibile di mantenervi sempre al passo con la scienza. Per la ricerca dei parenti, si provvederà al confronto del vostro profilo del DNA, presente nella nostra banca dati, con quello di altre persone. Vi verrà mostrato chi presenta una corrispondenza genetica con voi. Tali “cugini genetici“ condividono con voi un antenato comune. In base al grado di corrispondenza è possibile calcolare la prossimità della parentela. Nel risultato online troverete inoltre una tabella per il calcolo del grado di parentela. Nel vostro risultato on-line non solo riceverete informazioni inerenti al vostro aplogruppo ed al vostro popolo aborigeno, bensì sarà anche possibile leggere tutti gli studi genetici oppure, tramite il forum, visualizzare le risposte a domande precise.

Come posso svolgere una ricerca sul mio cognome?

In un progetto per cognome, viene analizzato se soggetti di sesso maschile con lo stesso o simile cognome sono imparentati biologicamente. In questo modo troverete persone con le quali avete avi in comune e potrete scambiarvi informazioni (ad esempio l'albero genealogico). Il cromosoma Y viene ereditato quasi allo stesso modo del cognome, e i valori Y di una persona potranno essere comparati con quelli dell'omonimo e potrà essere analizzato l'albero genealogico. Iniziare o accedere ad un progetto per cognome è gratuito. Abbiamo solamente bisogno di una breve descrizione del vostro progetto, quindi di informazioni quali indirizzo, e-mail dell'amministratore del progetto. Il progetto verrà immediatamente pubblicato nel nostro sito web. I progetti per cognome rappresentano un buon esempio di unione di ricerca tradizionale degli antenati e genealogia del DNA. Mentre la ricerca tradizionale ci da informazioni inerenti alle origini del cognome, grazie alla genealogia del DNA scoprirete a quale linea appartenente.

Come amplio la ricerca dei miei parenti?

La banca dati di iGENEA/FamilyTreeDNA è la più grande banca dati di genealogia del DNA del mondo e cresce sempre più velocemente. Poiché l’accesso è illimitato nel tempo, potrete, anche mesi o anni dopo il test, scoprire sempre più parenti. Inoltre avrete la possibilità, grazie ad un progetto per cognome o per aplogruppo, di scoprire un numero sempre maggiore di parenti.

» Introduzione al test delle origini con la genealogia del DNA

Visualizzazione del risultato iGENEA

Resultat

Oltre al certificato attestante il test delle origini, il profilo genetico e la personale interpretazione, riceverete accesso illimitato alla banca dati di genealogia del DNA più imponete del mondo, grazie alla quale potrete scoprire chi condivide con voi antenati comuni.
ulteriori informazioni

Consulenza personale

Saremo lieti di rimanere a vostra completa disposizione per consigliarvi accuratamente. Siamo raggiungibili telefonicamente o per e-mail.

Roman Scholz

Roman C. Scholz, giurista diplomato, è uno dei maggiori esperti nel campo della genealogia del DNA.

Joelle Apter

La biologa diplomata Joëlle Apter è genetista ed antropologa.

Italia:02 9475 19 86
Svizzera:043 817 13 90
International:0041 43 817 13 90
 
E-Mail:info@igenea.com
"Il risultato del loro lavoro e sensazionale."
Bild am Sonntag