iGENEA
Origine in percentuale

L'origine di tutti gli antenati è determinata in base a regioni e percentuali. Una mappa del mondo mostra le tue diverse origini.

Trovare parenti

Riceverai una lista di parenti genetici nel tuo risultato online. Potete contattare i vostri parenti via e-mail per saperne di più sulla tua famiglia e sul tuo background.

Risultato con certificato

Oltre al risultato online, riceverete un nobile certificato di origine in una cornice e altri documenti in una elegante cartella.

Popolo d'origine

Imparerai l'aplogruppo e le migrazioni (tempo preistorico), i popoli primitivi (antichità) e la regione di origine (Medioevo) della linea paterna (uomini) OPPURE della linea materna (donne).

Tutti i popoli d‘origine

Solo con il test iGENEA Expert è possibile conoscere esattamente gli aplogruppi e le migrazioni (epoca preistorica), i popoli primitivi (antichità) e le regioni di origine (Medioevo) della linea paterna E materna.

Tutti i parenti

Solo con il test iGENEA Expert troverete tutti i vostri parenti genetici nel nostro database.

Più parenti

Riceverai un elenco supplementare di altri parenti della linea paterna (uomini) OPPURE della linea materna (donne).

Consulenza personale

Italia:02 9475 19 86
Svizzera:043 817 13 90
International:0041 43 817 13 90

info@igenea.com Live-Chat WhatsApp

Popolo d'origine Finno-Ugri - Ancestry e origine

Distribuzione

La maggior parte delle etnie ugro-finniche, prevalentemente piccole e microetniche, sono diffuse sul territorio russo. Appartengono al macrogruppo dei popoli uralici. Oggi in Russia vivono in totale 12 popoli ugro-finnici, di cui 10 nella parte europea e 2 nella Siberia occidentale.
Le comunità ugro-finniche più densamente popolate vivono al di fuori della Russia, ovvero ungheresi (14,5 milioni), finlandesi (5,1 milioni) ed estoni (1,1 milioni) nei loro stati. Gli altri sono gruppi etnici di medie dimensioni, come i Sami (lapponi) con 60.000- 100.000 membri, o piccoli popoli come i Selkupen con 3.600, i Wasp con 12.000 o gli Ishors con 300 membri.


Ordinate la mia analisi di origine
a partire da EUR 179

Ancestori

Gli antenati degli Uraliani (Finno-Ugriani e Samoiedi) possono essere associati alle popolazioni indigene di tutta l'Europa nord orientale, comprese le regioni del Volga e degli Urali. L'influenza uralica arriva fino alla Siberia e anche tra gli Jukagiri nel nord-est dell'Eurasia ci sono indicazioni di contatti culturali e linguistici. Probabilmente c'è stata una continuità di popolazione uralica in gran parte dell'Eurasia settentrionale fin dalle culture del Neolitico (III millennio a.C.). Ci sono anche indicazioni di immigrazione, sovrapposizioni e influenze culturali provenienti dalle steppe eurasiatiche. Le culture contadine degli Uraliani del sud dell'Europa si sono diffuse verso nord a spese dei cacciatori-raccoglitori, dell'allevamento delle renne e della pesca degli Uraliani del nord (gli antenati dei Sami e dei Samoiedi).

Le popolazioni ugro-finniche si insediarono dal 6° al 4° millennio a.C. intorno ai Monti Urali, principalmente sul versante orientale, e al fiume Ob. I singoli gruppi sono disposti tra il 4000 e il 3000 a.C. in direzione est e ovest. Il ramo ugro della famiglia linguistica ugro-finnica è composto dalle lingue dei due popoli ugri Khanty (Giacobbe orientale) e Mansi (Vogul) e ungherese (Magiara). Dopo lo scioglimento della comunità ugro-finnica, il ramo ugro si è spostato dall'area di insediamento della Siberia occidentale in direzione sud-sud-est.



Uralici

Le etnie uraliche dell'età moderna sono il resto di una popolazione originariamente più diffusa. Soprattutto a contatto con i russi molti uraliani si sono acculturati e assimilati linguisticamente.

Da circa 10.000 anni gli uraliani sono in contatto con le popolazioni indoeuropee.

La patria originaria degli Uraliani è stata ricercata nella regione del Volga e nei suoi affluenti sulla base di criteri storico-linguistici. La moderna ricerca archeologica e genetica umana ha fornito risultati che confermano questa ipotesi. Antropologicamente gli uraliani sono imparentati con le popolazioni mongole. Il profilo genomico degli Urali si conserva al meglio nei semi del Nord Europa, di cui oltre il 45% dei geni è ancora di origine Urali. Nel profilo genetico di altri popoli si conservano molte meno tracce genetiche che indicano l'origine uralica. Nei finlandesi, la percentuale di geni degli Urali è appena del 20%. La storia genetica umana delle popolazioni uraliche è quella della loro de-Uralizzazione e della loro graduale indo-germanizzazione.



Finlandesi

Etnogenesi

Provenendo dagli Urali, i popoli finno-permiani o proto-finlandesi si sono diffusi dal III millennio a.C. nell'Europa nord-orientale fino alla Scandinavia e agli Stati baltici, che è stata accompagnata dalla loro divisione o graduale separazione. I finlandesi del Volga si sono spostati a sud-ovest. Poi i semi e le pinne baltiche si sono sviluppati a parte. Questi ultimi, a loro volta, si sono divisi tra gli antenati dei finlandesi e degli estoni.

Tra la nascita di Cristo e l'anno 700 tribù finlandesi invasero la Finlandia meridionale e occidentale. I nomadi Sami (pastori di renne) sono stati successivamente spinti a nord dai contadini finlandesi. Presumibilmente via terra attraverso l'Istmo Careliano, la tribù finlandese dei Tavast arrivava nella Finlandia centrale, e in parte via mare attraverso il Golfo di Finlandia i "veri finlandesi" venivano dall'Estonia alla Finlandia sudoccidentale. I kareliani che seguivano i Tavast su un percorso un po' più a nord si stabilirono nella Finlandia sudorientale.

Il popolo finlandese di oggi è nato solo nel tardo Medioevo e in tempi moderni, poiché la Finlandia - a differenza di Danimarca, Svezia e Norvegia - non aveva vissuto l'antica unificazione imperiale sotto un regno nazionale. Le differenze nei modi di vita e nelle mentalità regionali sono ancora oggi evidenti. Fino al 1809 la Finlandia faceva parte del Regno di Svezia. Tra il 1809 e il 1917 la Finlandia fu un Granducato autonomo dell'Impero Zarista; lo zar russo portava il titolo di Gran Principe. A quel tempo la popolazione ha vissuto il suo "risveglio nazionale" anche in Finlandia. Il movimento di emancipazione nazionale-finlandese in competizione con i finlandesi-svedesi ha plasmato lo sviluppo sociale fino alla seconda metà del XIX secolo. Come risultato della lotta per l'indipendenza nel 1917/18, la Finlandia ha ottenuto la sovranità statale.



Lingua

Il finlandese è una delle lingue finlandesi del Mar Baltico. All'interno di questo ramo della famiglia delle lingue uraliche è più strettamente legato al kareliano e all'estone. Grazie ai suoi contatti con le lingue vicine, il finlandese ha avuto molte influenze sul suo vocabolario, sul sistema fonetico e sulle strutture grammaticali fin dal Medioevo.



Genetico

Nel profilo genomico della popolazione finlandese, è ancora possibile identificare parti del pool genico uralide. Questo è circa il 20% del profilo genetico finlandese. L'etnogenesi della popolazione finlandese è caratterizzata da una continua indoeuropeizzazione. Attraverso questo processo di mescolamento etnico la percentuale di geni europei è aumentata all'80%. Queste sproporzioni genomiche sono una delle ragioni per cui i finlandesi assomigliano agli scandinavi e non ai tipici Uralides, come Mari o Mansen. Ci sono, tuttavia, caratteristiche nel fisico di alcuni finlandesi che indicano il loro patrimonio di Uralide, ad esempio le piccole dimensioni in correlazione con la massiccia.



Estoni

Gli estoni non appartengono etnicamente ai Balti, ma insieme ai sami e ai finlandesi alle popolazioni ugro-finniche. Tuttavia, l'Estonia è geograficamente considerata parte degli Stati baltici.

I gruppi tribali ugro-finnici si insediarono nel cuore dell'Estonia già nel 5° millennio a.C. Durante il 3° millennio a.C., i finlandesi del Mar Baltico, con specifiche regionali nella cultura e nella lingua, acquisirono un proprio profilo. Nel secondo millennio a.C. si svilupparono contatti tra i finlandesi del Mar Baltico a nord e i gruppi tribali baltici a sud. Nel corso del primo millennio a.C. si sviluppò il gruppo etnico estone. Dalla metà del primo millennio d.C., gli estoni sono stati in contatto con gli slavi orientali, in seguito principalmente con i russi.

Per il periodo più lungo della loro storia politica gli estoni sono stati dipendenti da altri Stati. Durante il periodo del dominio zarista russo e sovietico, la comunità estone era sotto una forte pressione di acculturazione, che ha lasciato le sue tracce linguistiche nel cambiamento di lingua in russo tra alcuni gruppi della popolazione e nel bilinguismo della modernità. L'estone è stato scritto fin dal XVII secolo. Le strette relazioni con i vicini culturalmente e linguisticamente legati, i finlandesi, hanno, soprattutto a partire dal XIX secolo, rafforzato l'autostima degli estoni e motivato la coltivazione dell'identità e della lingua estone.



Ungheria (Magiariari)

L'ungherese è una delle lingue principali della branca ugro-finnica e appartiene al gruppo delle lingue ugro. Da circa 3000 anni l'ungherese si è sviluppato separatamente dalle altre lingue ugro-finniche. Secondo la teoria prevalente, gli ungheresi discendono da un popolo nomade la cui "patria originale" si crede sia la regione degli Urali. I gruppi tribali ungheresi si sono spostati con i turchi del Volga Bulgari nel VII secolo attraverso le steppe russe verso ovest fino alla Pianura Pannonica. La presa di terra principale degli ungheresi, tuttavia, non ha avuto luogo fino all'896, quando un totale di 7 tribù di ungheresi si sono fatte strada nel bacino dei Carpazi. Gli Avari e Gli slavi che vivevano lì in quel periodo si assimilarono rapidamente nel periodo successivo. Tuttavia, questa teoria della continuità è stata ripetuta e viene ancora oggi messa in discussione.

Secondo l'opinione della maggioranza accademica, si potrebbe parlare di un'unità etnica degli ungheresi (magiari) nel senso odierno solo a partire dall'epoca della confisca delle terre ungheresi nel bacino dei Carpazi, poiché la loro confederazione tribale si era formata solo di recente da gruppi di origini diverse. I Proto-Magyar ugro-finnici originari della regione degli Urali sono quindi solo uno degli elementi da cui si sono formati i successivi ungheresi. Dopo la sconfitta degli ungheresi nella battaglia di Lechfeld nel 955, gli ungheresi si ritirarono dal territorio dell'attuale Austria (tranne che dall'attuale Burgenland) e si stabilirono nell'attuale Ungheria occidentale. Gradualmente il popolo nomade ungherese si stabilì. A partire dall'ultimo quarto del X secolo, gli ungheresi furono cristianizzati sotto il principe Géza e sotto Stefano I. Quest'ultimo è considerato il primo re del Regno d'Ungheria, fondato nel 1000.

Dal XII secolo, l'ungherese è scritto in latino.



Popolazioni indigene genetiche di iGENEA

Ebrei Vichinghi Celti Germani Baschi Australiani aborigeni Arabi Berberi Cinese Daci Etruschi Iberi Nativi americani Inca Inuit Popoli dell'Italia antica Giapponesi Curdi Liguri Maya Mongoli Popoli dell' Oceania Persiani Roma Sciti Slavi Tibetani Fenici Indiani Coreani Bantu Popoli turchi Sami Illiri Vandali Balti Macedoni Helleni Unni Traci Finno-Ugri Indoeuropei

Test delle origini e genealogia del DNA: come funziona?

E' sufficiente un campione di saliva per riuscire ad ottenere il vostro DNA. Il prelievo è semplice ed indolore e può essere effettuato a casa vostra. Ci invierete poi il campione utilizzando la busta contenuta nel kit di prelievo.

Ordinare il kit per il test
Ordinare il kit per il test:

per telefono, e-mail o sul sito web

Ottenere il kit di prova
Ottenere il kit di prova:

la consegna richiede alcuni giorni

Prelevare campioni
Prelevare campioni:

a casa, semplice e indolore

Inviare i campioni
Inviare i campioni:

con la busta allegata

Risultato
Risultato:

scritto e online dopo circa 6 - 8 settimane

Ordinare un analisi delle origini con iGENEA

  • iGENEA Basic

    Ordinato dal 29% dei clienti interessati al test sulle origini.

    179 EUR
    Ordinare  
  • iGENEA Premium

    Ordinato dal 55% dei clienti interessati al test sulle origini.

    499 EUR
    Ordinare  
  • iGENEA Expert

    Ordinato dal 16% dei clienti interessati al test sulle origini.

    1299 EUR
    Ordinare