iGENEA
Origine in percentuale

L'origine di tutti gli antenati è determinata in base a regioni e percentuali. Una mappa del mondo mostra le tue diverse origini.

Trovare parenti

Riceverai una lista di parenti genetici nel tuo risultato online. Potete contattare i vostri parenti via e-mail per saperne di più sulla tua famiglia e sul tuo background.

Risultato con certificato

Oltre al risultato online, riceverete un nobile certificato di origine in una cornice e altri documenti in una elegante cartella.

Popolo d'origine

Imparerai l'aplogruppo e le migrazioni (tempo preistorico), i popoli primitivi (antichità) e la regione di origine (Medioevo) della linea paterna (uomini) OPPURE della linea materna (donne).

Tutti i popoli d‘origine

Solo con il test iGENEA Expert è possibile conoscere esattamente gli aplogruppi e le migrazioni (epoca preistorica), i popoli primitivi (antichità) e le regioni di origine (Medioevo) della linea paterna E materna.

Tutti i parenti

Solo con il test iGENEA Expert troverete tutti i vostri parenti genetici nel nostro database.

Più parenti

Riceverai un elenco supplementare di altri parenti della linea paterna (uomini) OPPURE della linea materna (donne).

Consulenza personale

Italia:02 9475 19 86
Svizzera:043 817 13 90
International:0041 43 817 13 90

info@igenea.com Live-Chat WhatsApp

Popolo d'origine Mongoli - Ancestry e origine

Storia

Intorno all'anno 1000 le tribù mongole dei Kerait e dei Merkit divennero i missionari nestoriani di Cristo. Intorno al 1196 Temudschin divenne principe della tribù Mongkol, che dette il nome all'intero popolo dei mongoli.
Intorno al 1130 Kabul Khan unì i mongoli, anche se il suo regno vide il declino già nel 1160/1. I mongoli divennero estremamente importanti solamente sotto Dschingis Khan (1155/1162-1227), il quale strutturò lo stato ed introdusse il concetto di legge. Sotto di lui i mongoli costruirono il più grande regno della storia – 29.000.500 km2 – e sottomisero oltre 100 milioni di persone.
Al punto culminante del loro potere dominarono la maggior parte del regno della Cina, Corea, Khorassan (oggi appartenenti all'Afghanistan ed all'Iran), Georgia, Armenia, Russia, Ungheria, Persia ed i territori in mezzo a questi stati. I mongoli erano un popolo di nomadi; nel XIII secolo erano circondati da culture cittadine agricole ed estremamente sviluppate. Nessuna di queste civiltà, tuttavia, disponeva di un'organizzazione governativa centralizzata. In Asia, Russia ed in Medio Oriente i regni o città stato erano destinati al declino.
I mongoli sfruttarono questo vuoto di potere, il che significava per loro una grande opportunità. Le guerre opprimenti riunirono le regioni in un'unione a livello statale con interessi politici ed economici. Erano completamente dipendenti dal commercio con le città insedianti.
In quanto nomadi non si intendevano di scorte o artigianato e tecniche. Dschingis Khan fu accusato del fatto che il suo scopo non fosse tanto l'asservimento delle civiltà vicine, bensì la loro distruzione. Non sarebbe riuscito a capire il vantaggio dello stile di vita cittadino. Ma di fatto Dschingis Khan era ben consapevole del vantaggio economico che questi popoli offrivano.
Nel corso di pochi decenni i mongoli sperimentarono, sotto Yelü Chutsai e Sorghaghtani Beki (vedi „filosofia politica“ sotto), quanto fosse importante il mantenimento dello status quo. I principi tentarono allora di agire nell'interesse della popolazione sedentaria. Non sempre fu loro facile riuscirci.
Se fosse riuscito ai popoli di città conservare il loro modo di vivere, avrebbero potuto produrre un surplus di merci e cibo. Avrebbero pagato le tasse al Khan. Il discendente di Dschingis Khan Ugedai Khan consentì, intorno al 1234, di cambiare il tributo in tassa. In questo modo furono salvate molte vite e molte civiltà.
Dschingis Khan non aveva originariamente l'intenzione di costruire un regno mondiale. Tutte le sue conquiste precedettoro discussioni sulla situazione politica e sui guadagni economici.
Un esempio fu la conquista della capitale della Cina del Nord, Pechino, nel 1215. Sfruttò l'occasione per accaparrarsi l'intero Nord della Cina e tornò in patria, nella steppa, dopo la vittoria. La guerra contro il regno choresmico, nel 1219-21 ebbe inizio a causa di contenziosi legati a questioni commerciali.


Ordinate la mia analisi di origine
a partire da EUR 179

Cultura

Nella steppa, i mongoli vivevano da pastori ed allevatori di bestiame in yurte, abitazioni in legno a struttura semisferica con intelaiatura di legni intrecciati. Anche le donne e i bambini prendevano parte allo stile di vita nomade, davano da mangiare agli animali e raccoglievano il letame che utilizzavano come materiale combustibile. I sacrifici fecero dei mongoli un popolo duro e tenace. La sopravvivenza di un gruppo dipendeva dai rapporti con i loro piccoli cavalli, da come badavano alle pecore, capre, ai bovini, cammelli ed agli yak. Ancora oggi i mongoli danno da mangiare a questi animali e si cibano del loro latte e della loro carne. C'erano centinaia di varietà di formaggio e di yoghurt ed in occasione di feste si serviva la vodka distillata al latte. Venivano usate tutte le parti dell'animale, i pezzi grassi più grossi venivano considerati come delle prelibatezze.

Il buddismo, introdotto dal Tibet, ha, nel corso degli anni, fortemente influenzato la cultura mongola, che lo unì al nativo Sciamanesimo. I nomadi impararono ad usare gli altari mobili e ad eseguire pitture religiose a rotoli, estremamente adatte al trasporto. Nel XVI secolo il legame Tibet-Mongolia divenne talmente forte che un Kahn mongolo dette ad un sovrano tibetano il titolo di Dalai Lama.



Mongolia

Oggi i mongoli hanno una loro propria terra nel Nord dell'Asia centrale. Lo stato che prende il nome di Repubblica Popolare Mongola, che si trova su di un alto altpiano collinare, è quasi tre volte più grande della Francia ed ha solamente 2,6 milioni di abitanti. Al di là del confine meridionale, nella Mongolia interna della Cina ed in altre province cinesi vive un maggior numero di mongoli: 3,5 milioni. Altre popolazioni si sono mantenute in Kazakistan, Siberia e nella regione russa della Calmucchia, nelle steppe dei calmucchi sul Volga inferiore.

La Mongolia era, dopo la Russia, il secondo stato comunista. Acquisì nel 1924 lo status di Repubblica. I movimenti rivoluzionari antireligiosi portarono all'uccisione di migliali di monaci, limitarono il nomadismo ed istituirono delle comunità. La maggior parte dei mongoli vive oggi in città ed insediamenti.

Popolazioni indigene genetiche di iGENEA

Ebrei Vichinghi Celti Germani Baschi Australiani aborigeni Arabi Berberi Cinese Daci Etruschi Iberi Nativi americani Inca Inuit Popoli dell'Italia antica Giapponesi Curdi Liguri Maya Mongoli Popoli dell' Oceania Persiani Roma Sciti Slavi Tibetani Fenici Indiani Coreani Bantu Popoli turchi Sami Illiri Vandali Balti Macedoni Helleni Unni Traci Finno-Ugri Indoeuropei

Test delle origini e genealogia del DNA: come funziona?

E' sufficiente un campione di saliva per riuscire ad ottenere il vostro DNA. Il prelievo è semplice ed indolore e può essere effettuato a casa vostra. Ci invierete poi il campione utilizzando la busta contenuta nel kit di prelievo.

Ordinare il kit per il test
Ordinare il kit per il test:

per telefono, e-mail o sul sito web

Ottenere il kit di prova
Ottenere il kit di prova:

la consegna richiede alcuni giorni

Prelevare campioni
Prelevare campioni:

a casa, semplice e indolore

Inviare i campioni
Inviare i campioni:

con la busta allegata

Risultato
Risultato:

scritto e online dopo circa 6 - 8 settimane

Ordinare un analisi delle origini con iGENEA

  • iGENEA Basic

    Ordinato dal 29% dei clienti interessati al test sulle origini.

    179 EUR
    Ordinare  
  • iGENEA Premium

    Ordinato dal 55% dei clienti interessati al test sulle origini.

    499 EUR
    Ordinare  
  • iGENEA Expert

    Ordinato dal 16% dei clienti interessati al test sulle origini.

    1299 EUR
    Ordinare