Arrow Downward Arrow Downward Close Close Done Done
iGENEA
Consulenza personale

Italia:02 9475 19 86
Svizzera:043 817 13 90
International:0041 43 817 13 90

info@igenea.com WhatsApp

Popolo d'origine Unni - Ancestry e origine

Dov'è l'origine degli Unni?

Gli Unni erano popoli equestri dell'Asia centrale che vivevano come nomadi, più tardi come seminomadi. La loro patria era originariamente l'area compresa tra il lago Yssykköl, oggi lago kirghiso, e la capitale mongola Ulaanbaatar. Essi avrebbero avuto un grande peso nella storia asiatica ed europea.
In epoca precristiana erano probabilmente il popolo Xiongnu per i cinesi. I cinesi li sconfissero nel primo secolo a.C. e molti di loro si trasferirono a ovest. Intorno al 370 hanno sottomesso gli Alan nel Caucaso settentrionale e gli Ostrogoti. Sotto il re Attila possedevano un grande impero a nord del Mar Nero e del Mar Caspio. L'Impero Bizantino cadde nella loro dipendenza. Le loro incursioni erano spaventose e avanzarono fino al sud della Francia e a Roma. Infine furono sconfitti dai romani e dai visigoti sui campi catalani nel 451. Dopo la morte di Attila nel 453, l'impero degli Unni cominciò a disintegrarsi.


Ordinate la mia analisi di origine
a partire da EUR 179

Chi erano gli unni asiatici?

L'origine degli Unni era stata collegata da ricerche più antiche con la caduta dell'Impero di Hsiung-nu. L'impero di Hsiung-nu diviso in una parte meridionale e una settentrionale intorno alla metà del I secolo. La parte meridionale divenne un protettorato cinese, mentre la parte settentrionale scomparve verso la fine del I secolo.

La vera "tempesta degli Unni" iniziò nel IV secolo: nel 350 i Chioniti, un gruppo di Unni, iniziarono ad attaccare l'Impero Sassanide sotto Shapur II. Conquistarono la Bactria e spinsero i Kidariti (si tratta di resti dello Yüe-tschi sotto Kidara) in Afghanistan e nel nord dell'India. Shapur II sconfisse i Chioniti, che servirono come ausiliari nella guerra romano-persiana del 359 e presero parte all'assedio della fortezza di Amida. Furono seguiti dagli Eftiti (unni bianchi, ma non europei), che attraversarono il Syr-daja nel 425 e governarono i Chioniti fino al 450. Nel 451 o 484 finì anche il tempo dei Kidarites. Gli Unni Bianchi furono coinvolti nel declino del Grande Impero indiano dei Gupta ed ebbero anche delle divergenze con la Persia (nel 484 morì il Sassanide Peroz I, nel 498/99 furono coinvolti nelle dispute per il trono sassanide).



Chi erano gli Unni europei (Unni neri)?

Al volgere del tempo i Sarmati imparentati con gli Sciti dominavano le steppe dell'Europa orientale, nel III secolo i Goti si unirono a loro. Poi gli Unni neri hanno scatenato una grande migrazione di popoli negli anni '70 del IV secolo. Un cambiamento del clima ha fatto sì che il cibo per le mandrie scarseggiasse. Tuttavia, tutto questo è solo speculativo. Sotto il loro capo Balamir gli Unni hanno attraversato il Volga. Nel 374 sconfissero l'Impero alaniano e strinsero un'alleanza con loro. Nella penisola di Tauris, la Crimea, distrussero l'impero delle Greutazioni di Ermanarich nel 375 (cfr. specialmente Ammiano Marcellino, 31, 2s.). Una parte delle atrocità è fuggita verso ovest (5).

Poi gli Unni raggiunsero i confini dell'Impero Romano d'Oriente, i Terwing fuggirono dalla zona del Mar Nero nel 394. La popolazione romana orientale chiamava i Tartari Unni Neri, che in seguito si applicarono a tutti i popoli equestri asiatici. La parola Tartaros è tradotta con la parola diabolica, derivata dall'inferno greco o dagli inferi. Gli Unni hanno portato in Europa una malattia asiatica: il vaiolo.

Gli Unni Neri hanno fatto un'impressione demoniaca sui loro nemici. Secondo il giordano, tagliano - secondo il giordano - il viso dei neonati maschi per evitare che si facciano crescere la barba. I guerrieri hanno spalmato la terra nera nelle loro ferite di battaglia per formare cicatrici dalla pelle spessa. Hanno anche formato alti teschi di torre. Tali teschi sono stati trovati in Turingia e a Talas (Kirghizistan). Gli Unni neri erano tosati - un segno di sottomissione - solo al "Khagan", il capo dell'orda, era permesso portare i capelli lunghi.

Popolazioni indigene genetiche di iGENEA

Ebrei Vichinghi Celti Germani Baschi tutti i popoli d‘origine

Ecco come funziona l'analisi dell'origine del DNA

E' sufficiente un campione di saliva per riuscire ad ottenere il vostro DNA. Il prelievo è semplice ed indolore e può essere effettuato a casa vostra. Ci invierete poi il campione utilizzando la busta contenuta nel kit di prelievo.

Ordinare il kit di prelievo:

per telefono, e-mail o sul sito web

Ottenere il kit di prelievo:

la consegna richiede alcuni giorni

Prelevare campioni:

a casa, semplice e indolore

Inviare i campioni:

con la busta allegata

Risultato:

scritto e online dopo circa 6 - 8 settimane

Ordinare un analisi delle origini con iGENEA

Ordinate la mia analisi di origine
a partire da EUR 179